martedì 30 dicembre 2014

Vin d’oranges



Vin d’oranges

Ingredienti:
Vino Bonarda frizzante 1litro
Rhum scuro 250gr
Zucchero semolato 200gr
Limone naturale n.1
Arance naturali n.4
Vaniglia n.1 baccello

Preparazione:
Tagliare le arance e il limone in quattro e metterli in una vaso capiente, insieme al baccello di vaniglia tagliato per il lungo.
Aggiungere il vino e il rhum.
Chiudere ermeticamente e far riposare per almeno 45 giorni in un luogo buio, fresco e asciutto.
Trascorso il tempo di riposo filtrare e imbottigliare.
Il vin d’oranges può essere bevuto liscio come dopo pasto oppure diluito con pari quantità di prosecco, come aperitivo.

Nota: ho usato questo liquore come regalo di Natale autoprodotto, in questo caso prepararlo all'inizio di Novembre.
La ricetta arriva dal forum di Coquinaria, che seguo da anni e dove ho trovato sempre aiuti e idee.

Liquore al caffè

 
Liquore al caffè

Ingredienti:
Vodka 700gr
Acqua 870gr
Zucchero semolato 680gr
Caffè solubile 50gr
Vaniglia n.1 baccello

Preparazione:
In un pentolino a fondo spesso mettere l’acqua, lo zucchero, il caffè solubile e il baccello di vaniglia tagliato per il lungo, mescolare, portare ad ebollizione e far bollire per circa dieci minuti.
Versare in una vaso capiente e lasciar raffreddare completamente.
Aggiungere la vodka, chiudere ermeticamente e far riposare per un mese in un luogo buio, fresco e asciutto.
Trascorso il tempo di riposo imbottigliare.
 

Nota: ho usato questo liquore come regalo di Natale autoprodotto, in questo caso prepararlo a metà Novembre.
La ricetta arriva dal forum di Coquinaria, che seguo da anni e dove ho trovato sempre aiuti e idee.

domenica 14 settembre 2014

New York cheesecake



New York cheesecake
Dosi per un cheesecake diametro 20 cm.

Ingredienti:
Biscotti digestive 115gr
Burro 60gr

Formaggio spalmabile tipo Philadelphia 560gr
Uova 150gr
Zucchero semolato 135gr
Succo di limone 50gr
Scorza di limone naturale n.1
Vaniglia n.1 baccello

Panna acida 200gr
Zucchero semolato 40gr

Fragole, lamponi e mirtilli a piacere

Preparazione:
Far fondere in burro e lasciarlo raffreddare completamente.
Tritare nel mixer i biscotti, aggiungere il burro e tritare ancora.
Posizionare su una teglia rivestita di carta forno, il cerchio di acciaio, spennellare i bordi di burro e far aderire anche ad essi una striscia di carta forno.
Versare il composto di biscotti, schiacciarlo con un cucchiaio per formare la base.
Riposare in frigo per mezz’ora.

Lasciare il Philadelphia a temperatura ambiente per almeno un paio d’ore.
Mettere nel mixer il Philadelphia, i semi del baccello di vaniglia, la scorza grattugiata del limone e lo zucchero e frullare fino ad avere un composto molto morbido; unire a filo il succo di limone e frullare; unire le uova, una alla volta, senza aggiungere il successivo prima che il precedente sia completamente assorbito. Frullare fino ad avere un composto perfettamente liscio.
Fermare più volte il mixer durante la lavorazione della crema e ripulire bene le pareti con una spatola, servirà ad avere un composto perfettamente liscio.
Versare la crema nel cerchio e livellare.
Mettere in forno a 150°C e cuocere per un’ora e un quarto.
Quando la cheesecake è quasi cotta, mescolare la panna acida con lo zucchero semolato.
Tirare fuori il dolce dal forno e versare sopra la crema di panna acida, distribuendo in modo uniforme.
Rimettere in forno per 15 minuti.
Far raffreddare il dolce a temperatura ambiente e poi in frigorifero per una notte, senza togliere l’anello d’acciaio.
Il giorno dopo eliminare delicatamente il disco d’acciaio e decorare a piacere con fragole, lamponi e mirtilli.

Note: la cheesecake è ancora migliore mangiata dopo due giorni di riposo in frigorifero.
Questa ricetta è stata presa dal blog di Stefania http://arabafeliceincucina.blogspot.it/ che ringrazio di cuore per avermi permesso di pubblicarla, io ho solo adattato la cottura al mio forno e le dosi ad una dimensione di cheesecake più piccola.

domenica 24 agosto 2014

Gelèe di fragole con panna cotta al cocco e briciole al cioccolato

Gelèe di fragole con panna cotta al cocco e briciole al cioccolato
Dosi per n.4/5 porzioni circa
 
Ingredienti:
Fragole 350gr
Zucchero semolato 100gr
Gelatina in fogli 8gr
 
Latte di cocco 300gr
Latte intero fresco 200gr
Liquore al cocco 50gr
Zucchero semolato 75gr
Gelatina in fogli 6gr
 
Biscotti digestive 80gr
Burro 20gr
Cioccolato fondente al 50% di cacao 30gr
 
Preparazione:
Preparare la gelèe di fragole:
Ammollare la gelatina in acqua fredda e ghiaccio.
Frullare le fragole con lo zucchero e passare al setaccio per eliminare i semini.
Scaldare 100gr del coulis di fragole ed unire la gelatina strizzata, mescolare facendola sciogliere completamente. Unire al resto del coulis e versare il tutto sopra la crema.
Versare uno strato nei bicchierini.
Riporre in frigorifero a rassodare, almeno un’ora.
 
Preparare la panna cotta al cocco:
Ammollare la gelatina in acqua fredda e ghiaccio.
Portare ad ebollizione 100gr di latte con lo zucchero. Togliere dal fuoco ed unire la gelatina strizzata, mescolare facendola sciogliere completamente.
In una brocca versare il latte di cocco e i rimanenti 100gr di latte, frullare con un frullatore ad immersione. Aggiungere la gelatina e frullare ancora. Aggiungere il liquore e frullare ancora.
Versare uno strato nei bicchierini, sopra la gelèe ormai perfettamente rassodata.
Riporre in frigorifero a rassodare, almeno un’ora.
 
Fondere a bagnomaria il burro con il cioccolato, mescolare bene.
Tritare nel mixer i biscotti, aggiungere il composto di burro e cioccolato e mescolare bene. Mettere in frigorifero fino al completo raffreddamento, poi mettere un po’ di briciole sopra la panna cotta al cocco ormai rassodata.
Conservare in frigorifero.
 
Note:
Nella panna cotta al cocco non omettere il liquore perché serve a “sgrassare”.
Con questa dose di gelatina la panna cotta è piuttosto morbida, è ideale per i bicchieri.
Le dosi sono mooolto indicative: dipende dalla grandezza dei bicchieri, da come si preferisce combinare le tre componenti, secondi i gusti personali (si preferisce avere più gelèe o più panna cotta, lo strato superiore completamente coperto di briciole oppure no).

sabato 2 agosto 2014

Pasta frolla al pistacchio (versione con i pistacchi e la pasta di pistacchi)

Pasta frolla al pistacchio (versione con i pistacchi e la pasta di pistacchi)
Dosi per 1,1 Kg circa di pasta. 

Ingredienti:
Farina “00” 400gr
Burro 250gr
Zucchero semolato 200gr
Pistacchi 100gr
Tuorli 75gr
Pasta pistacchio 50gr 

Preparazione:
Tritare i pistacchi con la farina.
Portare il burro a una temperatura di 20°C, così avrà una consistenza tipo pomata.
Scaldare la ciotola della planetaria così che il burro non si attacchi alle pareti.
Usando la foglia, lavorare il burro con lo zucchero.
Aggiungere i tuorli, poco alla volta, girando ancora, e la pasta di pistacchio.
Aggiungere la farina, tutta in una volta, e impastare il minimo necessario ad avere un impasto omogeneo.
Avvolgere la pasta in pellicola e farla riposare in frigorifero almeno dodici ore.

Pasta frolla al pistacchio (versione con i pistacchi)

Pasta frolla al pistacchio (versione con i pistacchi)
Dosi per 1,3 Kg circa di pasta.
Ingredienti:
Farina “00” 500gr
Burro 250gr
Zucchero a velo 300gr
Pistacchi 150gr
Uova 110gr
Vaniglia n.1 baccello
Sale fino 2,5gr
Preparazione:
Tritare i pistacchi con la farina.
Portare il burro a una temperatura di 20°C, così avrà una consistenza tipo pomata.
Scaldare la ciotola della planetaria così che il burro non si attacchi alle pareti.
Usando la foglia, lavorare il burro con lo zucchero a velo e i semi del baccello di vaniglia.
Sciogliere il sale in un poco di albume.
Aggiungere le uova, poco alla volta, girando ancora.
Aggiungere la farina con i pistacchi, tutto in una volta, e impastare il minimo necessario ad avere un impasto omogeneo.
Avvolgere la pasta in pellicola e farla riposare in frigorifero almeno dodici ore.

venerdì 1 agosto 2014

Pasta frolla classica

Pasta frolla classica
Dosi per 1,2 Kg circa di pasta. 

Ingredienti:
Farina “00” 500gr
Burro 250gr
Zucchero semolato 250gr
Uova 100gr
Vaniglia n.1 baccello
Limone naturale n.1
Preparazione:
Tagliare il burro freddo di frigorifero a pezzetti piccoli.
Con la farina fare una fontana sul piano di lavoro, fare un buco al centro e mettervi il burro a pezzi, la scorza grattugiata del limone e i semi del baccello di vaniglia.
Sfregare tra le mani il burro con la farina fino ad ottenere delle briciole.
Versare sopra le briciole lo zucchero e mescolare rapidamente.
Fare di nuovo la fontana con il buco, e al centro mettervi le uova, non aggiungere subito tutto l’albume perché potrebbe servirne una quantità inferiore.
Impastare usando una spatola e successivamente le mani, cercando di lavorarla il meno possibile per non scaldarla.
Avvolgere la pasta in pellicola e farla riposare in frigorifero almeno dodici ore.

Crostata con panna cotta e ciliegie in gelatina


Crostata con panna cotta e ciliegie in gelatina
Dosi per una crostata di diametro 24 cm 

Ingredienti:
Pasta frolla classica oppure ai pistacchi 800gr
 
Panna fresca 300gr
Zucchero semolato 60gr
Gelatina in fogli 6gr
Vaniglia n.1/2 baccello 

Ciliegie snocciolate 500gr
Zucchero semolato 50gr
Cannella n.1 stecca
Limone naturale n.1
Succo di limone 30gr
Gelatina in fogli 10gr 

Preparazione:
Stendere la pasta frolla con il matterello usando due bacchette di legno per dare uno spessore uniforme, circa 7 mm.
Imburrare uno stampo da crostata, solo il fondo, e rivestirlo con la frolla aiutandosi avvolgendo la pasta intorno al mattarello per poi srotolarla nello stampo. Rivestire l’interno con un foglio di carta forno e riempirlo con riso o fagioli secchi o con gli appositi pesini di alluminio.
Infornare a 180-200°C per 15 minuti, togliere la cara forno con i pesini e cuocerla ancora per 15-20 minuti.
Sfornarlo, far riposare il dolce dieci minuti e sformarlo.
Farlo raffreddare completamente.
Ammollare la gelatina in acqua fredda e ghiaccio.
Portare ad ebollizione la panna con lo zucchero e il baccello di vaniglia tagliato per il lungo. Togliere dal fuoco ed unire la gelatina strizzata, mescolare facendola sciogliere completamente e frullare con un frullatore ad immersione.
Lasciare intiepidire frullando ogni tanto, sempre con un frullatore ad immersione.
Versare nel guscio di frolla e mettere in frigorifero a solidificare per almeno 2-3 ore.
Ammollare la gelatina in acqua fredda e ghiaccio.
Mettere in un pentolino le ciliegie con lo zucchero, la stecca di cannella, il succo e la scorza del limone e cuocere per dieci minuti circa.
Togliere tutti gli aromi e aggiungere la gelatina, mescolare bene, far intiepidire e versare il tutto sulla panna cotta, eliminando la schiuma che si fosse eventualmente formata.
Mettere in frigorifero a solidificare per almeno quattro-cinque ore.
 
Note: scegliere uno stampo con i bordi piuttosto alti perché la quantità di ripieno è importante. Il mio è alto 5cm. L’ideale è uno con il fondo amovibile, per evitare di rompere la crostata durante la sformatura.
La pasta frolla è leggermente abbondante per permettere una lavorazione più comoda. Dopo aver rivestito lo stampo si può usare quella avanzata per fare dei biscotti, oppure si può surgelare, avvolta in pellicola. In freezer dura 3-4 mesi.
La torta fotografata (in realtà è stata fotografata una fetta ;-)  ) è stata realizzata utilizzando la frolla ai pistacchi.

mercoledì 30 luglio 2014

Cheesecake ai lamponi


Cheesecake ai lamponi
Dosi per un cheesecake diametro 20 cm.
Ingredienti:
Biscotti digestive 220gr
Burro 80gr
Ricotta 200gr
Mascarpone 100gr
Zucchero semolato 90gr
Panna fresca 50gr
Gelatina in fogli 8gr
Vaniglia n.1 baccello
Lamponi 350gr
Zucchero semolato 100gr
Gelatina in fogli 8gr 

Lamponi (facoltativo)
Mango (facoltativo) 

Preparazione:
Tritare nel mixer i biscotti, aggiungere il burro molto morbido e tritare ancora. Posizionare sulla base, coperta di carta forno, il cerchio di acciaio e foderare i bordi con una striscia di acetato, versare il composto di biscotti, schiacciarlo per formare la base.
Riposare in frigo.
Ammollare la gelatina in acqua fredda e ghiaccio.
Portare ad ebollizione la panna con il baccello di vaniglia tagliato per il lungo. Togliere dal fuoco, eliminare la vaniglia ed unire la gelatina strizzata, mescolare facendola sciogliere completamente.
Mettere nel mixer la ricotta, il mascarpone e lo zucchero e frullare facendo attenzione a non far impazzire il mascarpone; unire a filo la panna, frullando ancora.
Versare subito la crema nel cerchio e livellare; questo passaggio deve essere fatto velocemente perché sennò la crema rassoda e non si otterrà una superficie perfettamente liscia.
Riposare in frigorifero un paio d’ore.
Ammollare la gelatina in acqua fredda e ghiaccio.
Frullare i lamponi con lo zucchero e passare al setaccio per eliminare i semini.
Scaldare 100gr del coulis di lamponi ed unire la gelatina strizzata, mescolare facendola sciogliere completamente. Unire al resto del coulis e versare il tutto sopra la crema.
Riposare in frigorifero un paio d’ore.
Eliminare il cerchio e l’acetato.
Se si desidera si può decorare con lamponi freschi e fettine molto sottili di mango. 

Note: il cheesecake della fotografia è stato fatto utilizzando un quadrato di 20 cm. di lato. Le dosi corrette sono quindi queste:
Ingredienti:
Biscotti digestive 300gr
Burro 110gr
Ricotta 280gr
Mascarpone 140gr
Zucchero semolato 125gr
Panna fresca 70gr
Gelatina in fogli 12gr
Vaniglia n.1 baccello
Lamponi 480gr
Zucchero semolato 140gr
Gelatina in fogli 12gr 

Un'altra idea per la decorazione


Oppure


Questa è una variante alle fragole, sostituire ai lamponi le fragole, nelle stesse dosi.

il cheesecake della fotografia è stato fatto utilizzando un cerchio di 24 cm. di diametro. Le dosi corrette sono quindi queste:
Ingredienti:
Biscotti digestive 275gr
Burro 100gr
Ricotta 400gr
Mascarpone 200gr
Zucchero semolato 180gr
Panna fresca 100gr
Gelatina in fogli 16gr
Vaniglia n.1 baccello
Fragole 450gr
Zucchero semolato 125gr
Gelatina in fogli 10gr 

Un'altra idea per la decorazione

e ancora






Ho provato anche una presentazione nei vasetti, molto comoda se deve essere trasportata.
 
Le dosi per sei vasetti da 150ml sono queste:
Ingredienti:
Biscotti digestive 150gr
Burro 55gr
Ricotta 300gr
Mascarpone 150gr
Zucchero di canna 135gr
Panna fresca 75gr
Gelatina in fogli 4gr
Vaniglia n.1 baccello
Succo di mirtilli 200gr
Gelatina in fogli 2gr 

Ho sostituito la zucchero semolato con lo zucchero di canna, e mi è piaciuto, non saprei dire quale dei due preferisco.
Ho diminuito la gelatina della crema a un terzo e quella della gelatina alla metà circa poiché non era necessario che fossero sostenute come quando sono in una torta che deve essere affettata.
Ho usato il succo di mirtilli "Bontà delle valli", prodotto in Valtellina e non l'ho zuccherato perché era già equilibrato al naturale.
  



Mousse al cioccolato di Maurizio Santin


Mousse al cioccolato di Maurizio Santin
 
Ingredienti:
Cioccolato fondente al 50% di cacao 350gr
Zucchero semolato 70gr
Tuorlo 75gr
Albume 200gr
Panna fresca 170gr
 
Preparazione:
Tritare grossolanamente il cioccolato e metterlo in una ciotola.
Portare la panna quasi ad ebollizione, versarla sul cioccolato, lasciar riposare un minuto e mescolare con una spatola, fino a far sciogliere completamente il cioccolato. Aggiungere i tuorli poco alla volta e mescolare.
Montare gli albumi con lo zucchero e aggiungerli al composto di cioccolato ancora tiepido.
Versare la mousse nei bicchierini o negli stampi scelti, coprire con pellicola e mettere in frigorifero.
Lasciar riposare almeno 6 ore prima di consumarla.
La mousse può essere congelata; lasciarla scongelare in frigorifero mezza giornata.

domenica 26 gennaio 2014

Torta ricotta e pere di Salvatore De Riso

Torta ricotta e pere di Salvatore De Riso
Dosi per una torta di diametro 22 cm

Ingredienti:
Farina “00” 30gr
Zucchero semolato 65gr
Uova 150gr
Nocciole tostate 90gr
Burro 50gr

Ricotta vaccina 400gr
Panna fresca 150gr
Zucchero semolato 150gr
Vaniglia n.1 baccello

Acqua 100gr
Zucchero semolato 70gr
Distillato di pere 50gr

Pere williams 175gr
Zucchero semolato 50gr
Distillato di pere 10gr
Amido di mais 3gr
Limone naturale n.1
Olio extra vergine di oliva 5gr

Zucchero semolato 100gr
Acqua 20gr

Preparazione:
Tritare le nocciole con la farina.
Fondere il burro senza farlo scaldare.
Montare le uova con lo zucchero.
Aggiungere la farina con le nocciole e mescolare delicatamente con una spatola, con un movimento dal basso verso l’alto. Prelevare una piccola parte di massa montata e metterla in una ciotola, unire il burro fuso e mescolare delicatamente. Unire questo composto al resto e mescolare il meno possibile, fino ad avere un composto omogeneo. Questo passaggio è necessario per evitare che la montata di uova smonti quando si aggiunge il burro fuso.
Versare il composto in due tortiere di 22cm di diametro, imburrate e infarinate. Lo spessore dovrà essere di 1cm circa.
Cuocere a 180°C per 10 minuti e far raffreddare.

Preparare le “gocce di caramello”: mettere l’acqua e lo zucchero in un pentolino e portare ad ebollizione; far cuocere fino ad avere un caramello biondo. Versare il caramello in stampi a mezza sfera di silicone. Lasciar solidificare per mezz’ora circa e sformare.

Preparare la bagna: mettere l’acqua e lo zucchero in un pentolino e portare ad ebollizione; far bollire fino al completo scioglimento dello zucchero.
Far raffreddare e aggiungere il distillato di pere.
Preparare la crema di ricotta: lavorare con le fruste elettriche la ricotta con lo zucchero i semi del baccello di vaniglia.
Montare la panna ed unirla delicatamente alla ricotta.

Preparare la farcia di pere: sbucciare le pere e tagliarle a cubetti, metterli in una pentola con lo zucchero, il succo di limone e l’olio, cuocere a fuoco medio pochi minuti. Quando le pere rilasciano il loro succo, spolverarle con l’amido di mais e cuocere ancora per due minuti. Aggiungere il distillato, togliere dal fuoco e far raffreddare.

Posizionare sulla base il cerchio di acciaio e foderarlo con una striscia di acetato.
Inserire un disco di pan di spagna alle nocciole e bagnarlo con la bagna alle pere. Farcire con la crema di ricotta e i cubetti di pera. Bagnare anche l’altro disco di pan di spagna e con esso coprire la crema.
Riposare in frigo almeno cinque-sei ore.
Eliminare il cerchio e l’acetato.
Poco prima di servire spolverizzare la torta con zucchero a velo, e decorarla con le pere sciroppate e le “gocce di caramello”.


Note: le gocce di caramello sono una mia aggiunta, nella ricetta di Salvatore De Riso non sono previste. La “tecnica” del versare il caramello nelle semisfere di silicone l’ho “inventata” perché sennò non riuscivo a fare delle gocce di caramelle belle precise, belle rotonde.

domenica 12 gennaio 2014

Mousse al pistacchio

Mousse al pistacchio
Dosi per n.8/10 porzioni circa

Ingredienti:
Cioccolato bianco 220gr
Latte intero 145gr
Pasta di pistacchio 85gr
Panna fresca 250gr
Gelatina in fogli 4gr

Preparazione:
Tritare grossolanamente il cioccolato e metterlo in una bastardella, farlo fondere a bagnomaria, aggiungere la pasta di pistacchio e mescolare bene.
Ammollare la gelatina in acqua fredda e ghiaccio.
Portare ad ebollizione il latte, toglierlo dal fuoco ed unire la gelatina strizzata, mescolare facendola sciogliere completamente.
Versare il latte sul cioccolato e mescolare con una spatola, quindi emulsionare bene usando un frullatore ad immersione, versare la crema in una ciotola e farla raffreddare fino a 35°C.
Montare la panna, non completamente, deve avere una consistenza semimontata, aggiungerla all’emulsione e mescolare delicatamente.
Versare la mousse nei bicchierini o negli stampi scelti, coprire con pellicola e mettere in frigorifero.
Lasciar riposare almeno 6 ore prima di consumarla.

martedì 7 gennaio 2014

Cheesecake all’arancia e cannella

Cheesecake all’arancia e cannella
Dosi per un cheesecake diametro 24 cm.

Ingredienti:
Biscotti secchi 300gr
Burro 160gr
Cannella 10gr

Formaggio spalmabile tipo Philadelphia 400gr
Mascarpone 250gr
Zucchero semolato 100gr
Gelatina in fogli 15gr
Succo d’arancia 200gr
Arancia naturale n.1

Succo d’arancia 250gr
Zucchero semolato 60gr
Cannella 2gr
Gelatina in fogli 6gr

Arancia naturale n.1
Stecche di cannella

Preparazione:
Tritare nel mixer i biscotti, aggiungere il burro morbido e la cannella e tritare ancora. Posizionare sulla base, coperta di carta forno, il cerchio di acciaio e foderare i bordi con una striscia di acetato, versare il composto di biscotti, schiacciarlo per formare la base.
Riposare in frigo.
Grattugiare la scorza di un’arancia.
Ammollare la gelatina in acqua fredda e ghiaccio.
Portare ad ebollizione 50gr di succo d’arancia, togliere dal fuoco, unire la gelatina strizzata, mescolare facendola sciogliere completamente, unire i restanti 150gr di succo.
Mettere nel mixer il formaggio spalmabile, il mascarpone, lo zucchero e la scorza d’arancia e frullare facendo attenzione a non far impazzire il mascarpone; unire a filo il succo d’arancia, frullando ancora.
Versare la crema nel cerchio e livellare.
Riposare in frigorifero un paio d’ore.
Ammollare la gelatina in acqua fredda e ghiaccio.
Portare ad ebollizione 50gr di succo d’arancia con la cannella, togliere dal fuoco, unire la gelatina strizzata, mescolare facendola sciogliere completamente, unire i restanti 200gr di succo.
Versare il tutto sopra la crema.
Riposare in frigorifero un paio d’ore.
Eliminare il cerchio e l’acetato.
Decorare con fette d’arancia fresche e stecche di cannella

Torta paradiso moderna di Iginio Massari


Torta paradiso moderna di Iginio Massari
Dosi per due tortiere diametro 20cm.

Ingredienti:
Farina “00” 150gr
Fecola di patate 100gr
Zucchero a velo 250gr
Burro chiarificato 250gr
Tuorli 100gr
Uova 150gr
Zucchero semolato 50gr
Limoncello 20gr
Lievito chimico per dolci 5gr
Vaniglia n.1 baccello
Limone naturale n.1
Sale un pizzico

Preparazione:
Setacciare la farina con la fecola di patate e il lievito.
Setacciare lo zucchero a velo, separatamente.
Portare a temperatura ambiente il burro, montarlo con lo zucchero a velo, aggiungendo un cucchiaio alla volta; fino ad ottenere un composto molto spumoso.
Aggiungere i tuorli, uno alla volta, continuando a montare; non aggiungere il successivo se il primo non è stato sufficientemente incorporato.
Unire anche la scorza del limone grattugiata, i semi del baccello di vaniglia, il sale e il limoncello.
Contemporaneamente montare le uova con lo zucchero semolato.
Con una spatola, a mano, incorporare la montata di uova e zucchero alla montata di burro, in tre volte, alternandola alla miscela di farine.
Lavorare delicatamente ma velocemente, il meno possibile, fino ad avere un composto omogeneo.
Versare l’impasto negli stampi imburrati e infarinati.
Infornare a 170°C per 45 minuti circa.
Sfornare e far riposare le torte pochi minuti.
Mettere sul piano di lavoro un foglio di carta forno e spolverizzarlo di zucchero semolato, capovolgere su di esso le torte.
Farle raffreddare e spolverizzarle con zucchero a velo.